giovedì, luglio 14, 2011

Sparlando di un po' tutto

Da quando non seguo più questo blog sono pieno di pensieri che non riesco a far uscire in modo coerente: proviamoci anche se penso che sia un'impresa destinata al fallimento.
Ci sono un sacco di cose che mi stanno sulle palle, ed un po' di queste si ammantano del carattere del Politically correct, del finto progressista, della "cosa giusta"
Per esempio dirsi preoccupati delle sorti del pianeta e dare consigli demenziali su quello che gli altri dovrebbero fare per risolvere non so, il problema del riscaldamento globale: domanda: ma esiste veramente il riscaldamento globale?
Iniziamo a darci una risposta, e poi vediamo: Perchè non sono seriamente convinto che esista veramente, visto che alla fine i dati del buon Al Gore erano falsificati (una delle scoperte di Wikileaks, tenute gelosamente nascoste da chi governa l'informazione). Gli scostamenti dalle medie sono inferiori di mezzo grado e quest'inverno è stato l'inverno più freddo degli ultimi trenta anni (e pure i due precedenti erano stati freddini), é in aumento il ghiaccio al Polo Sud, insomma, ci sarà pure il riscaldamento globale, ma non è l'apocalisse prossima ventura.
Un po' di idiozie sull'argomento natura: Diceva ieri "la Repubblica" che una fiorentina di tre etti costa 4560 litri d'acqua un kilo di ciliegie 250 e le patate al forno solo 25.
Insomma non dobbiamo sprecare acqua e mangiare di conseguenza. Peccato che queste cifre siano date alla pene di segugio. Sarà una vacca a consumare 4560 litri d'acqua e da una vacca si tirano fuori molto di più di tre etti di fiorentina: il calcolo non è quindi quello, ma anche se lo fosse (e non lo è) resta il fatto che per non sprecare l'acqua, non è che non dovremmo mangiare la mucca, ma ammazzarla subito o lasciarla morire di fame e sete altrimenti consuma lo stesso, anzi di più. Idem le ciliege, lasciamole sull'albero le mangeranno gli uccelli o cadranno ma l'acqua la consumano uguale, a meno che non abbattiamo l'albero. Insomma uccidiamo tutti gli essere viventi e risparmiermo l'acqua. beviamo solo quella e vivremo duecento anni. O no?
Prendiamo adesso la mania di dire che la plastica inquina: certo inquina, ma quei cavoli di sacchetti che ti danno quando vai a fare la spesa che si rompono subito perchè sono fatti con la merda (e difatti puzzano) sono la soluzione? servono a farti spendere di più visto che ti devi ricomprare metà della spesa ( a proposito di sprechi)
E vogliamo parlare delle lampadine a basso consumo energetico ovviamente tutte made in China? Le ho messe in quasi tutte le stanze. Risultati? Non ho visto la mia bolletta calare però dopo un anno e mezzo ne ho già sostituite due. Un buon affare per i fabbricanti, senz'altro.
Saltando di palo in frasca: a me tutta questa storia della Grecia e della speculazione mi convince poco: penso sia tutta una messinscena per fottere sempre gli stessi, da parte di quelli che sono i veri responsabili dell'attuale crisi, ovvero banche finanze, grande industria e politici servi.

Nessun commento: