domenica, aprile 17, 2011

La lezione di Vittorio Arrigoni

Vittorio Arrigoni, per chi non lo sapesse, era un pacifista italiano, da anni impegnato nella striscia di Gaza nell'aiuto e nel sostegno alla popolazione palestinese.

Vittorio è morto ammazzato da un gruppuscolo di fanatici estremisti, che lo hanno ritenuto colpevole non si sa di quale colpa, ma la mente dei fanatici è impenetrabile alla ragione, e non mi curerò di questo. Il fatto è che lo hanno prima rapito e poi ammazzato. In passato era stato fatto oggetto di minacce da parte di estremisti dell'altra parte, che lo ritenevano un complice dei terroristi.

Arrigoni era invece una persona che aiutava gli altri, e gli ha aiutati fino in fondo, fino al sacrificio estremo.

Mancherà alla sua famiglia ed ai suoi amici, mancherà agli abitanti di Gaza che ne piangono la morte, mancherà a chi ha a cuore la causa della pace e della solidarietà. Mancherà sopratutto, almeno me lo auguro, a tutti noi, troppo presi in piccole e quotidiane vicende per alzare gli occhi verso un altro orizzonte, verso i veri valori della vita. Noi che non comprendiamo come si possa lasciare tutto e mettere in gioco la propria vita, quando sarebbe più facile "farsi i fatti propri"

Ricordiamoci le sue parole: Rimaniano Umani.

1 commento:

upupa ha detto...

E' molto difficile rimanere umani quando siamo circondati da disumani..ma occorre farlo per il bene di tutti...