sabato, maggio 21, 2011

Elezioni Comunali di Milano: un raggio di sole


A Milano, da lunedì si respira un'aria nuova.
E' come se dopo una lunga notte, un raggio di sole fosse arrivato a risvegliare le menti ottenebrate da una lunga notte, durata non 30 giorni, come nei pressi del circolo polare artico, ma quasi un ventennio.
Una notte che, sopratutto negli ultimi tempi era diventata insopportabile.
Una notte della ragione, una notte della solidarietà, dell'umanità.
NOn stiamo parlando di una giunta inefficiente, o che spreca il denaro pubblico facendo regali ai privati, o che si circonda di non meglio specificati consulenti a cui versare laute prebende.
Certo stiamo parlando anche di quello, ma non solo di quello.
Stiamo parlando della incapacità di ascoltare i cittadini, stiamo parlando della incapacità di trovare soluzioni civili e sostenibili a problemi come il trovare un luogo di culto per i musulmani, o sistemare ed integrare i rom nel rispetto delle leggi e senza demagogia urlata.
Milano,da città europea, è stata trasformata nel corso degli anni in una sorta di Kabul, in cui era (è) vietato mangiare un kebab per strada, bere un birra, andare ad un concerto (a parte i grandi avvenimenti e neppure sempre quelli). Sono state chiuse la casa 139, il capolinea,diverse discoteche, limitata fino a farla scomparire l'attività della Cascina Monluè, fino al ridicolo della multa comminata a Bruce Springsteen per aver sforato l'orario. E ancora il divieto a Marylin Manson, le censure sulle mostre, una attività culturale ridotta ai minimi termini.
Il tutto condito da una dose incredibile di pressapochismo ed arroganza.
Per quanto mi riguarda è questa la prima cosa che mi viene in mente guardando quel 48% di voti dati a Giuliano Pisapia a fronte di un miserrimo 41% di Letizia detta mestizia Moratti, scarso raccolto nonostante i milioni spesi (ben 12!) nella propaganda del nulla.
Questa volta (forse) si cambia davvero.

1 commento:

silvia.paperblog ha detto...

Buongiorno Pablito,
Ti contatto tramite commento perché non ho trovato nessun altro modo per farlo.
Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a figurare tra le pagine del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

Silvia

silvia [at] paperblog.com
Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
http://it.paperblog.com