lunedì, maggio 12, 2008

Peppino Impastato


Trent'anni fa il 9 maggio del 1978 veniva ucciso dalla mafia Peppino Impastato.
Militante di Democrazia Proletaria, aveva denunciato da Radio Aut la radio libera di Cinisi, le commistioni tra mafia e politica con tanto di nomi e cognomi, tra cui quello di Tano Badalamenti, boss locale.
Era una sfida al sistema di potere mafioso e non poteva essere tollerata
Perciò Peppino venne rapito, massacrato di botte e poi fatto esplodere nei pressi di n traliccio telefonico, in un simulato atto di terrorismo.
Erano i giorni del rapimento Moro, esattamente lo stesso giorno in cui fu rinvenuto il cadavere dell'uomo politico.
Fu facile far passare quello che era un'eroe per un criminale, ma la menzogna non durò a lungo. Dopo molti anni arrivò la verità anche nei tribunali, fatto quasi unico in Italia.
Qui un articolo che ricorda gli avvenimenti.
Segnalo anche la biografia di Impastato.
Per non dimenticare.

Nessun commento: