martedì, luglio 01, 2008

Il Boss e l'ATM


A latere del concerto di Bruce Springteen (di cui potete leggere brevissima recensione qui)va notato come l'Azienda tranviaria Milanese, nonché la giunta di Milano, abbiano collezionato l'ennesima figuraccia e l'ennesima dimostrazione di dilettantismo e provincialismo. Migliaia e migliaia di persone sono rimaste senza la possibilità di tornare a casa, e comunque hanno impiegato un tempo sproporzionato alla distanza.Ho letto varie storie, tra cui quella di una famiglia proveniente da fuori Milano, che aveva parcheggiato la macchina a Sesto MArelli in uno dei parcheggi comunali e che, dopo una specie di Odissea, ha trovato il portone del parcheggio chiuso!
E non è stato di certo un caso isolato.
La mia modesta esperienza è stata che, dopo aver preso il tram numero 16, ho trovato il Metrò già chiuso alla fermata di De Angeli, poichè avevano avuto la brillante idea di prolungare le corse solo su un ramo del metrò, e non sull'altro. Tornato dopo classico giro dell'Oca a Lotto, ho visto che ancora centinaia e centinaia di persone aspettavano un mezzo, segno evidentemente che pure l'altro ramo del Metro era stato chiuso abbastanza presto.
A questo punto eviterò un'altra esperienza del genere
Una bella politica per incentivare l'uso del mezzo pubblico, non c'è che dire!
Grottesche le reazioni delle cosidette autorità: la Moratti e il nano De Corato (troppo intento a dare la caccia ai cosidetti nomadi pe preoccuparsi del traffico cittadino)sono stati silenti (e almeno di questo li ringraziamo, ma avrebbero dovto chiedere scusa, un gesto di umiltà che la nostra Casta politica detesta più della dichiarazione dei redditi).
Invece ha parlato il Questore: Nel mirino i concerti Rock, titolava la Repubblica.
Insomma non colpa di chi non sa prevedere che, da un concerto a S. Siro, escono migliaia di persone che devono tornare a casa (anche perché generalmente uno lavora), ma la colpa è del rock e di quel fanigottone di Bruce Springsteen che non ne voleva sapere più di smettere di suonare e ha sforato l'orario.
Non c'è limite all'idiozia.

Nessun commento: