domenica, maggio 02, 2010

Leggi anti-immigrati in Arizona: anche Shakira dice No.

In Arizona è stata approvata sotto la spinta dell'ultradestra repubblicana e grazie al beneplacito del governatore Jan Brewer una illiberale e repressiva legge anti-immigrati
Secondo tale legge :
Quanti non saranno in grado di esibire, ad esempio, una patente di giuda rilasciata dallo stato dell’Arizona, un passaporto oppure un permesso d’immigrazione come la Carta Verde, potrebbero essere soggetti ad arresto e al trasferimento presso l’Ufficio Immigrazione, senza nessuna possibilità di ricorso. Le autorità potranno rivolgere le loro attenzioni verso qualunque persona sollevi un “ragionevole dubbio” relativamente al proprio status, potenzialmente dando il via libera ad una ondata di perquisizioni e arresti per quanti abbiano un aspetto “straniero”.

Ci sono state molte proteste da parte soprattutto della comunità latinoamericana, lo stesso governo Obama pensa di ricorrere contro questa legge e il prestigioso new York Times ha criticato la legge.
Tra le varie voci di protesta si è levata anche quella della cantante colombiana Shakira, da sempre attenta ai temi sociali, che si è schierata decisamente contro la legge:
Dobbiamo combattere per difendere i diritti umani, la costituzione dice che ogni essere umano deve essere difeso dal governo e noi siamo tutti essere umani, con o senza documenti. Leggi come queste non creano sicurezza o eguaglianza, ma creano divisioni e risentimenti. Anch'io potrei essere arrestata perchè non ho documenti o patente: lo sceriffo può arrestarmi anche ora se vuole!

Questa una delle dichiarazioni di fronte ai manifestanti come documentato da questo video.
C'è chi dice No, come diceva il Blasco.



PS
Mi viene in mente che Lindo Ferretti, ex cantante dei Cccp e di altri gruppi, uno che cantava "produci consuma crepa" e faceva l'alternativo si è schierato con la Lega Nord dichiarando pubblicamente: per fortuna che c'è la Lega altrimenti sarei stato costretto ad astenermi.
Per fortuna che c'è Shakira, direi.
E con questo la teoria che il rock sarebbe rivoluzionario ed il pop conservatore è ufficialmente superata.

Nessun commento: