sabato, giugno 10, 2006

Iniziano i Mondiali di Calcio

Ieri alle 18 sono iniziati i mondiali di calcio.
Confesso che a me i mondiali di calcio piacciono, come piacciono le Olimpiadi, e mi piacciono al di là del contenuto agonistico, e al di là delle considerazioni più o meno sensate sull'invadenza del business e degli sponsor, sulla regolarità o meno della competizione, sullo sport e sul calcio come "oppio dei popoli" (magari lo fosse!).
Mi piace che nazionali di tutto il mondo si incontrino e si sfidino, mi piace vedere giocatori sconosciuti che indossano divise dai colori vivaci, mi piace sentire gli inni nazionali, sebbene la maggior parte siano inascoltabili e con dei testi generalmente truculenti.
Mi piace vedere il verde del prato,e mi piace soprattutto lo spettacolo della folla, che alla fine è l'unico vero spettacolo.
Uno spettacolo fatto di bandiere e mille colori, di striscioni, ma soprattutto di speranza, festa , gioia, delusione, dramma e poi ancora lacrime e risate. In questi frangenti il calcio torna ad essere quello che dovrebbe sempre essere: una metafora della vita.
E per il resto...vinca il migliore

Nessun commento: