giovedì, gennaio 18, 2007

Spigolature..

Il Ministro degli Esteri Massimo D'Alema, è stato accusato dall'opposizione di destra di essere "antiamericano" (perbaccolina!).
D'Alema è quello che, da presidente del Consiglio, concordò con gli USA due nuove basi militari e che ha entusiaticamente trascinato in guerra l'Italia contro quello che rimaneva della Jugoslavia.
D'Alema antiamericano? Magari!

***

Titolo di Repubblica di Oggi: Gli autonomi e i Cobas accusano Padoa Schioppa di essere"un ministro dei padroni". Non mi pare un'accusa. Mi pare una constatazione.

***
Prodi rassicura gli "alleati" americani. La base a Vicenza si farà!
Perché qualcuno aveva dubbi?

***
Luciano Moggi sale in cattedra. Terrà una lezione sull'educazione allo sport in un istituto tecnico di Agropoli in provincia di Salerno. Avverra' il prossimo 9 febbraio con gli studenti del 'Gian Battista Vico'. Dopo l'incontro con gli allievi del 'Vico', Moggi partecipera' alla inaugurazione del primo 'Juventus Club Luciano Moggi', che aprira' i battenti contemporaneamente ad altri quattro club a lui dedicati nel sud d'Italia.
Non è una barzelletta è una notizia vera.
Inutile commentare

***
Delusione ad Erba e in tutta Italia per la scoperta degli assassini che hanno trucidato tre donne e un bimbo di tre anni.
Non solo non era l'arabo musulmano scansafatiche, ma nemmeno dei ragazzini sciroccati e traviati da internet,dai film horror e dai videogames. E nemmeno qualche no-globbbal fumato e con poster del Che. Ma ci si sarebbe pure accontentati di qualche stilista omosessuale, di qualche nomade o, se proprio, di qualche ultras testa-pelata di una qualsiasi squadra di calcio.
Niente di tutto questo, solo due vicini di casa, timorati di Dio e che votano per uno dei partiti di centro (destra-sinistra poco importa) che governano l'Italia.
Quindi nessuna interrogazione parlamentare, nessuna richiesta di pena di morte, nessuna campagna moralizza-scandalistico-ideologico-denigratori-zzatrice.
Il mostro siamo noi. Ma non diciamolo troppo in giro.

Nessun commento: