venerdì, marzo 02, 2007

Mala tempora currant

E' finita la "crisi di governo". Tutti tirano il fiato. Gli elettori di sinistra, i parlamentari, che vedevano messi in forse i propri 20,000 € al mese, i mercati (che, si sa, sono la cosa più importante, anceh se nessuno sa il perché)e, in fondo, anche la destra, che ha una paura folle di andare alle elezioni, vincerle, e trovarsi più o meno nelle stesse condizioni dell'attuale centro-sinistra ( o, per meglio dire, Centro-centro -centro-centro sinistra)
Certo che tutto dipenda dal voto di Giulio Andreotti, la dice lunga sulla situazione.
"Non moriremo democristiani" si diceva un tempo.
Nobile utopia.

In tutto ciò il Senatore Turigliatto è stato massacrato, insultato, deriso, ed infine espulso (pardon, adesso si dice "allontanato", da quando Bertinotti ha aderito alla non violenza i dissidenti non vengono più espulsi con il cartellino rosso, ma con quello arcobaleno, così come le bombe non ammazzano, fanno danni collaterali).
Che ha fatto di grave, Turigliatto?
Semplice, ha agito secondo coscienza, secondo il mandato che gli elettori gli avevano conferito, e in modo coerente ed onesto intellettualmente.
Eccola spiegata la colpa.
Nell'Italia dei voltagabbana, dei Bertinotti, dei Fini, dei Pannella, dei D'Alema, dell'opportunismo più viscido e incoerente (per esempio, come conciliare il materialismo e la non violenza, opppure la definizine di Mussolini grande statista e la condanna del razzismo, problemi irrisolvibili che i suddetti risolvono con una cantatina da Bruno Vespa) uno che agisce con coerenza è peggio di un assassino o un ladro.
Anche perché questi si possono perdonare, i coerenti no.
E' un marchio di infamia.

Al Comune di Milano si sono accorti che Vittorio Sgarbi, nominato assessore alla cultura nella giunta Moratti, è leggermente instabile, balzano, per non dire fuori di testa.
E dovevano farlo Assessore per accorgersene? Non gli bastava guardare una puntata qualsivoglia del Maurizio Costanzo Show?

Sempre al Comune di Milano: un consigliere di AN, di cui evito di fare il nome, ha invitato le scuole a "segnalare i bambini musulmani che prolungano troppo le vacanze di Natale" Lo scopo? "Potrebbe esserci l'intenzione da parte delle famiglie di sottrarli allo spirito natalizio"
C'è una buona notizia ed una cattiva.
La buona notizia è che qualcuno crede ancora a Gesù Bambino e allo spirito del Natale.
La cattiva è che c'è un cretino(almeno uno) in consiglio comunale.

A proposito di cretineria, polemiche a Bologna.
Pietra dello scandalo: una conferenza che l'ex-fondatore delle BR, Renato Curcio, ha tenuto presso un circolo privato sul lavorio precario, argomento che il sociologo trentino studia da parcchi anni. Conferenza come decine di altre che ha tenuto in tutta Italia.
Un po' di gente, tra cui non poteva non segnalarsi il sindaco di Bologna Sergio Cofferati, ormai schiavo di questo ruolo da sceriffo del West, iracondo e patetico, voleva la sospensione della conferenza (sic!)
Ora, Curcio ha scontato i suoi anni di prigione, ha pagato le sue colpe, a differenza di molti altri, che in certi casi siedono anche nei due rami del parlamenti.
E' un cittadino libero e, come tale, ha tutto il diritto di esprimere le sue opinioni.
E di spiegare le sue ricerche (peraltro molto interessanti)
E' un diritto garantito dalla Costituzione.
Strano che quel legalitario di Cofferati ignori la legge fondamentale della Repubblica Italiana.
Mala tempora currant.

Nessun commento: