sabato, ottobre 24, 2009

E arrivarono quattro gendarmi...


Con i pennacchi e con le armi...
così recitava una famosa canzone di Fabrizio De André.
Non so se avessero i pennacchi, ma di sicuro erano muniti di videocamera i quattro carabinieri accusati di aver ricattato il Presidente della Regione Lazio, Marrazzo, e di averne causato le dimissioni ( autosospensione, per la precisione).
La cosa mi farebbe ridere, se non per il fatto che immagino che ora la destra becera e servile non farà altro che dire "avete visto i moralisti di sinisitra!" a altre fesserie, e rigirerà la frittata allo scopo di difendere il povero Silvio.
Le due situazioni, il travestito di Marrazzo, e le varie aspiranti veline e prostitute di alto bordo non sono paragonabili, se non altro perché Berlusconi non ha voluto ammettere nulla e non si è dimesso, Marrazzo, dimostrandosi persona fornita almeno di uno straccio di dignità, invece sì.
Sulla vicenda mi pare di condividere pienamente il parere di Federica Sgaggio.
Anzi, non mi pare, ne sono sicuro.

Nessun commento: