martedì, aprile 15, 2008

Commento ai risultati elettorali



Il Popol(in)o italiano ha deciso di rinnovare la sua fiducia nella Casta e ha scelto, coerentemente, il Peggiore.
Il che dimostra ancora di più due cose di cui sono convinto da tempo: L'italia è un paese di merda, e le elezioni non servono a nulla, se non a peggiorare le cose.
Su il fallimento di Walter, l'affondamento della corazzata Bertinomkin (più che una corazzata na' fregata) scriverò più avanti.
Forse.

2 commenti:

carlomatt ha detto...

Mi stupisco del tuo stupore: sono mesi che attacchi Veltroni in tutti i modi e poi ti stupisci se vince Berlusconi. E poi della sinistra che scompare dal panorama politico: colpa di una legge elettorare di merda o di una sinistra sempre più lontana dalla realta?

pablito ha detto...

Non sono affatto stupito dal momento che "la rimonta" di Veltroni non era altro che la solita aria fritta.
Anzi, avevo scritto che la scelta di rompere a sinistra avrebbe tolto le ultime possibiltà di vittoria (nel senso di pareggio). Credo che se ci fosse stato almeno un sistema di desistenza, probabilmente al Senato la maggioranza sarebbe stata più risicata.
Dopodiché mi pare ridicolo attribuire al sottoscritto la causa della sconfitta di Veltroni, e non solo per l'ovvia ragione che non sono influente quanto la Repubblica, o il TG3, quanto perché sono i politici che devono convincere gli elettori (che si chiamino Veltroni, Bertinotti o Cetto Laqualunque) e non gli elettori a doversi convincere "a prescindere" .
Il "non capisco ma mi adeguo" ha fatto il suo tempo, almeno a sinistra.