domenica, gennaio 04, 2009

Come leccare il culo ad Israele (e vivere felici)

Il massacro di Gaza che si sta consumando in questi giorni pare non preoccupare nessuno o quasi della sedicente "comunità internazionale" dal momento che Israele è un super-alleato degli USA, i palestinesi sono arabi, musulmani, non hanno personaggi pittoreschi che piacciano ai nostri massmedia, come ad esempio il Dalai Lama (una rockstar travestita da guida spirituale), sono sporchi e pezzenti,e sopratutto non hanno sponsor politici nè protettori, nemmeno tra gli stati arabi (le cui elite sono ormai filo-occidentali, dipendenti come sono dalla esportazione del petrolio) e i pochi che hanno sono impresentabili.
Non hanno nemmeno Sponsor nel mondo dello spettacolo, i Richard Gere, le Jolie e le Biork, pronti a gridare Free Tibet! si guardano bene dal dire una sola parola critica sulla politica israeliana (e non solo).
A quei pochi che si indignano è poi riservato la gogna politico-mediatico, creata da opinonisti da libro paga e ulteriormente lubrificata da quei sedicenti rappresentanti del popolo, ed in realtà rappresentanti delle varie lobby, che influenzano la vita ed il pensiero del popolo "sovrano".
A loro è riservato il compito di mistificare la realtà e sopratutto di creare quei diversivi dialettici per cui, al posto di parlare del problema A, si parla del finto problema B e, meglio ancora, si fa credere che il finto problema B giustifichi e sia la causa del problema A.
Esempio: ieri sabato 3 gennaio ci sono state delle manifestazioni in solidarietà della Palestina tra l'altro con un successo superiore alle aspettative.
Qualcuno dei partecipanti ha osato bruciare dei pezzetti di stoffa con sopra i colori o soltanto i simboli dello stato sionista (Dico sionista poché il sionismo è l'ideologia ufficiale di Israele, si tratta di un nazionalismo a base etnico religiosa in cui l'appartenenza etnica è fatta discendere, con un evidente sofisma, dalla appartenenza religiosa, si tratta in buona sostanza del primo fondamentalismo apparso in Medio Oriente in epoca moderna).
Ovviamente questo gesto rappresenta, e questo lo capirebbe chiunque non sia mentalmente ritardato, l'espressione simbolica di rabbia e frustrazione per l'isolamento e il trattamento di un popolo a cui è negata ogni speranza e ogni diritto, rabbia quindi obiettivamente giustificata e altrettanto obiettivamente non violenta, visto che non procura danni a nessuno.
Se volete sapere le reazioni dei politicanti eccole qui.
Come si può notare destra e sinistra (in sui peraltro spiccano personaggi come Capezzone e Colombo, da sempre schierati unilateralmente a favore delle "ragioni di Israele") sono uniti in questo tipo di interpretazione: poiché sono state bruciate delle bandiere, ergo questo dimostra che i manifestanti vogliono la "distruzione di Israele" ergo è giustificata l'azione militare di Israele, che ovviamente deve difendersi da chi la vorrebbe distruggere.
Ovviamente si tratta di una cazzata colossale, anche perché nessuno avrebbe bruciato quegli straccetti se qualcun altro non avesse sparato migliaia di ordigni ad altro potenziale ( a differenza dei razzetti Qassam, che sono armi di scarsissima precisione e potenza).
Ed ovviamente le due cose non sono equiparabili.
Tralasciando il fatto, acnh'esso sistematicamenta ignorato dai massmedia, cha Hamas, per cui il sottoscritto non stravede per nulla, ha dichiarato la fine della tregua unilateralmente perché aveva dichiarato l'inzio della tregua altrettano unilateralmente, tregua che Israele non aveva quindi mai rispettato.
E difatti, durante la "tregua " unilateralmente dichiarata da Hamas, ci sono stati 49 palestinesi uccisi dall'esercito israeliano, oltre al blocco di merci e medicinali, una situazione che è stata dichairata di Emergenza umanitaria da inviati dell'Onu e di decine di ONG internazionali.
Ma il pensiero unico sul Medio Oriente( e su tutto il resto, ovviamente) esige dai suoi sicofanti la totale adesione alla sue menzogne, il totale servilismo nei confronti del Potere che si sta servendo, dove nessun dubbio deve essere tollerato.
Per chi volesse avere una chiave di lettura un po' più seria di quella propinataci dai massmedia ufficiali segnalo il bel post di Cometa Rossa.

Nessun commento: