lunedì, settembre 01, 2008

Viaggio negli USA




Nel mio viaggio negli States ho annotato alcune impressioni sfuggevoli che vorrei qui riportare

Il mangiare: Una volta lessi un'articolo del solito giornalista filo-americano che sosteneva che agli antiamericani Michael Moore fosse simpatico perché è come gli antiamericani pensano siano gli americani : "grassi e brutti".
Beh, non c'è bisogno di essere antiamericani, o complottisti o qualcuna delle altre categorie che gli addetti al pensiero corretto si inventano per dire che gli americani sono (mediamente) proprio così: grassi e brutti, e molto di più di Michael Moore.
D'altro canto, se si vede una colazione al'americana ( o meglio, se la si consuma) ci si rende conto del perché.
Se pensate che la colazione Inglese sia eccessiva sappiate che al confronto di quella che vi servono negli States è roba da anoressici.
Ad essere moderati vi serviranno pancetta, sausages, orzo, patate al forno e dei Pancakes grossi come pizze, ma se volete potete pure prendere il burritos o una bistecca.
Se non basta la colazione potete fare un salto al supermercato.

Supermercati

Entrare nei supermercati americani è una esperienza quasi mistica.
Se avete presente quella pubblicità della Coop di un po' di tempo fa, quella del tipo che stava per giorni nel supermercato perchè lì si trovava tanto bene, allora sapete cosa avrei fatto io.
Sono rimasto veramente affascinato, di più, abbagliato dalla quantità ed abbondanza di confezioni, generalmente del tutto inutili se non dannose, che si possono trovare: Succhi di frutta da 5 litri, decine di costolette di maiale in una unica confezione, ceddar cheese venduto a Kilogrammi, cheese cake al gorgonzola che, ovviamente, con lo zola non hanno nulla che fare, pizze gigantesche superinfarcite, una quantità impressionante di salse per barbecue (mi viene in mente il cuoco di Planet Terror!) comprese quelle di Paul Newman (!) e di altri nomi che presumo famosissimi, etc.
In più si sta al fresco, e questo, con una temperatura che fuori era vicina ai 40° non è un particolare di scarso rilievo.
Infine, mente in Italia, riempire il sacchetto della spesa è spesso una attività stressante ed umiliante, con cassiere velocissime che hanno finito ancor prima che tu abbia iniziato a mettere la merce nel sacco, qui hai un addetto che ti riempie lui il sacchetto e te lo porge gentilmente.

Thanks!-
You're Welcome!-



Televisione
:
E' come in Italia.
Ma anche molto peggio.

Panorami e paesaggi
Questa è la vera ragione del mio viaggio negli Staete e ne son veramente soddisfatto: Canyon deserti, laghi, mare con le onde alte e mare con la nebbia, boschi cactus, sterpaglia, roccia rossa e roccia nera, sabbia....ho visto veramente di tutto, e dovrei postare tons di foto (che non ho fatto, mi sono fermato ai quintali)
Tutto troppo bello.
E indimenticabile.
(continua.....)

1 commento:

cometa ha detto...

Beh, a proposito di "grassi" e "supermercato", mi fai tornare in mente che una volta da un viaggio negli USA mi sono portato a casa (sennò nessuno ci crede!) un bottiglietta d'acqua dove nell'etichetta era specificato a grandi lettere FAT FREE!
Bentornato, comunque!