martedì, luglio 25, 2006

Calciopoli: Quando è peggio il tacon del buso...

Così si dice in Veneto per dire quando il rimedio è peggiore del male. Non mi viene inmente altro dopo la scandalosa sentenza che, in pratica, assolve tutti o quasi i protagonisti, dando un buffetto sulla guancia per colpe gravissime.
In effetti si può dire che la montagna abbia partorito il topolino: Di fronte ad uno scandalo di proporzioni gigantesche, in cui è stato provato che almeno gli ultimi due campionati, ( ma i sospetti riguardano gli ultimi dieci campionati) erano stati totalmente falsati, con arbitraggi che aggiustavano questa o quell'altra partita, i responsabili degli arbitri coinvolti e su su fino alle massime autorità sportive,e almeno 4 squadre (ma ce ne sono un altro paio in ballo) coinvolte fino al collo. la CAf ha così sentenziato: Juve in B a -17. fiorentina lazio e milan incredibilmente in A con pene che vanno dai 19 punti della fiorentina ai soli 7 del Milan, per giunta in Champions league, e quindi senza danno economico alcuno, einfine squalifica di pochi mesi a Carraro e Galliani.
TAnto per fare qualche paragone, nell'altro grande scandalo, quello delle scommesse del 1980, in cui tutto verteva su alcune partite forse aggiustate per lucro, ben due squadre, milan e lazio, furono retrocesse e fu squalificato per due anni un certo Paolo Rossi, in aggiunta a giocatori come Manfredonia, Giordano e altri. Nel 1974 una semplice telefonata dell'allora presidente del Verona ad un suo ex-giocatore prima di un Napoli-Verona decisivo per quest'ultima portò alla retrocessione del Verona. L'anno passato il Genoa fu retrocesso in classifica all'ultimo poato della serie B, e quindi in serie C, dopo che aveva conquistato la serie A, il che vuol dire che fu sostanzialmente retrocesso dalla A alla C per una sola partita.
Quisquilie in confronto a quanto avvenuto in questi anni.
Ed il risultato di tutt questo can-can che ha occuapto per mesi i giornali qual'è stato? un buffetto.
Anzi, vengono addiruttura preannunciati altri ricorsi, equinid, altri sconti . D'altro canto come dare torto agli juventini, che sono gli unici a pagar dazio, seppure in modo molto meno duro del previsto, tanto che loor stessi avevano chiesto una serie B con 15 punti di penalizzazione?
E' finita a taralluci e vino, certo non per molti arbitri, squalificati per anni, ma ci si chiede, per conto e per chi agivano quei signori, se poi i mandanti l'hanno fatta franca? Che senso ha prendersela con Tizio, manovalante di Caio, se quest'ultimo viene sostanzialmente assolto?
Scrivevo un paio di mesi fa: "Spero di sbagliarmi, ma alla fine il sistema assolverà tutti perché deve autoassolversi. "
Purtroppo, non mi ero sbagliato di molto

2 commenti:

diegovi ha detto...

esterefatto.
Credo che la sentenza faccia del male al sistema in generale non a 3 squadre. Perchè il Calcio è fatto di molto altro.
ne prendo una a caso: la Fiorentina si è pagata la permaneza in A l'altr'anno....e le permettono di rimanere in A? è giustizia?
diegovi

stargazer ha detto...

Certo, il sistema integrato della corruzione non può che autoassolversi: chi governa tutto, dalla politica alla finanza, dalla televisione al calcio, di qualunque schieramento (sono 2 apparentemente antagonisti, ma rappresentano un'inquietante Partito Unico), quando è chiamato a giudicarsi non può che assolversi.

L'unica cosa interessante di tutta la vicenda è che è stato finalmente sancito con la dovutà ufficialità che... sì, il sistema è così, vincono e si arricchiscono sempre gli stessi perché imbrogliano, e continueranno ad imbrogliare: se ti piace bene, sennò vai al cinema o al teatro, tanto i nostri milioni di abbonati satellitari e terrestri - gratificati dai trionfi delle loro 2 compagini - ce li inculiamo lo stesso.