sabato, maggio 16, 2009

Milano tra Expo ed inefficienza

Dopo 3 anni di governo del sindaco Letizia Moratti Milano appare sempre più come una città malgovernata, se non addirittura non governata.
E' una città in cui dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) tenersi l'EXPO nel 2015, ambito obiettivo, ma la situazione è disastrosa.
Non è stato ancora né speso né stanziato realmente un solo euro per questo avvenimento, tutti i lavori sono in ritardo, pare non ci siano nemmeno i fondi necessari.
Poco male, per quanto mi riguarda, se salterà questo appuntamento.
Ma la situazione è disastrosa per quanto riguarda le casse del comune, dissestate dalla finanza creativa del precedente sindaco, per non parlare della cultura, mai così snobbata in una città che ha sempre avuto una fortissima tradizione in tutti i campi, dall'arte visiva, al teatro, alla musica.
Ma quello che colpisce è la totale indifferenza e abbandono delle periferie, che dimostra incapacità amministrativa, sperpero dei soldi pubblici e disprezzo verso i cittadini.








Le foto, scattate nel mio quartiere,servono ad illustrare la situazione:
qui abbiamo una foto di una scala e di una pista ciclabile in via Arici, prima di via Ponte Nuovo.
Queste servirebbero al ciclista o al pedone per arrivare sulla pista ciclabile.
Peccato siano chiuse. In particolare nel secondo caso, per un errore di progettazione, il lavoro è stato così mal eseguito che la pista è inutilizzabile, poiché un ciclista si troverebbe a dover saltare una quarantina di centimetri, con conseguenze facilmente immaginabili.
Persino la scala è inutilizzabile. Sono stati spesi dei soldi pubblici per niente, quindi.
Nella successive foto,scattate in via Caroli, vediamo dei cartelli che indicano dei lavori e lo stato dei lavori.
Niente di speciale, ma questi lavori, sulle condutture del gas, avevano come data di inizio il 1 febbraio e come data di chiusura il 28.
dopo un mese di lavori molto scazzati, gli addetti sono spariti, lasciando questa situazione, di disagio per gli automobilisti e di pericolo per bambini piccoli e cani, che potrebbero finire in quel bel buco.
E siamo a metà maggio....
Chi risponde di questa situazione?
Come è possibile che una città che pretende di essere moderna ed efficiente abbia queste situazioni,che sono comuni in tutte le zone della città.
Io ho girato parecchie città europee e non ho mai visto niente del genere.
Signora Moratti, dia un cenno di vita, o forse è in altre faccende affaccendata?



Nessun commento: