venerdì, maggio 08, 2009

Una modesta proposta

Il deputato e consigliere comunale milanese della Lega Nord Matteo Salvini ha proposto vagoni e carrozze per Non milanesi, (poi corretto in vagoni per extracomunitari, poi ancora per sole donne).
Non voglio nemmeno commentare una simile proposta, che è solo un delirio di stampo razzista, che non ha nessuna possiblità di attuazione ma che serve, dopo la solita semi-retromarcia,("era solo un provocazione!") a spostare un po' più in là il discorso razzista, a preparare il terreno per decisioni meno estreme, a legittimare l'abominio razzista.
Io avanzo invece una modesta contro-proposta: fare vagoni separati; alcuni per le persone civili e intelligenti e gli altri riservati ai subumani razzisti come il Salvini e i suoi tristissimi seguaci.
Non vorrei correre il rischio di prendermi, entrando a contatto col Salvini, strane malattie, tipo la peste suina, o il virus dell'idiozia.
Soprattutto quest'ultimo, che è molto più contagioso

Nessun commento: