sabato, dicembre 19, 2009

Jennifer's Body



Jennifer's Body è un piccolo e svalutato film Horror, che si presta facilmente ad essere vittima dello snobismo, dal momento che esce clamorosamente fuori stagione, essendo il Natale da sempre riservato ai Cine-panettonio a filmoni roboanti, a film per l'infanzia o storie lacrimevoli. In più si caratterizza per la presenza di Megan Fox, nuova icona sexy Hollywodiana, ed è quindi facilmente percepibile come un semplice mezzo pubblicitario per la nuova star.
Ed invece si tratta di un filmetto, certamente, però gradevole ed anche intelligente, che sotto la apparenza di Teen horror/comedy, butta secchiate di humour corrosivo su molti aspetti della vita dei giovanissimi (ma non solo ) americani (ma anche italiani etc)
La vicenda ruota attorno al corpo della bellissima Jennifer (Megan Fox), tanto bella quanto stupida, che i componenti di uno scalcagnato gruppo rock decidono di sacrificare a qualche non precisato demone per avere successo ("diventare come i Maroon Five!").
Peccato però che la ragazza non sia vergine, conme i quattro presuntuosamente pensano che sia, e poiché si sa, il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, questo porta come conseguenza che la vittima si trasformi da mangiauomini metaforica a mangiauomini letterale, e che il futuro riservi anche ai responsabili del fattaccio il giusto contrappasso.
A contrastare Jennifer e la sua fame la sua migliore amica Needy (Amanda Seyfried) a lei legata da un rapporto di odio/amore con tanto di sottotesto, anzi direi testo, lesbico.
Il film è pieno di rimandi alla cultura pop e di battute e situazioni che prendono di mira i social network, le istituzioni scolastiche, il mito del successo, il culto della bellezza e del corpo e anche la stessa idea romantica dell'amicizia adolescenziale che dura per sempre (le due protagoniste hanno addirittura una medaglietta che reca scritto "BFF" ovvero migliori amiche persempre)
Fondamentalmente si tratta di un film femminista, infatti il regista è una donna, Karin Kusama. mentre la sceneggiatrice è Diablo Cody, già sceneggiatrice di Juno, e le protagoniste assolute le già ricordate Fox e Seyfried, belle e brave nei loro rispettivi ruoli,mentre agli uomini è riservata la parte dei comprimari se non delle vittime, rovesciando uno degli assunti della grandissima parte degli Horror.
La regia è all'altezza e la sceneggiatura riesce a raccontare la vicenda in modo originale, molto buona la colonna sonora.
In una stagione caratterizzata, in campo fantasy/horror, da remake di remake di remake, o da noiosi vampiri alla moda, un film del genere appare come una boccata di aria fresca.

1 commento:

AngoloNero ha detto...

Bravo, bella recensione :)