domenica, dicembre 06, 2009

Due parole sulla cosidetta manifestazione viola

Due parole sulla manifestazione denominata del popolo viola (o dei Blogger) svoltasi ieri a Roma con un successo inaspettato di partecipazione.
Personalmente sono sempre lieto che qualcuno manifesti, soprattutto se ha delle buone ragioni per farlo, e incoraggio qualsiasi tipo di partecipazione alla vita pubblica.
Sono sostanzialmente d'accordo con quanto detto da Manconi sull'Unità di qualche giorno fa, a cui aggiungo qualche mia riflessione.
Chiedere le dimissioni di Berlusconi è giusto ed importante, ma ci sono anche altre cose di cui si dovrebbe parlare e che sono forse più importanti.
Una manifestazione dovrebbe porsi degli obiettivi che vadano un poco più in là della semplice opposizione ad una persona.
Ci sono altre ragioni per manifestare per esempio la situazione sempre più drammatica delle carceri, evidenziate da casi come quello di Cucchi, ma in generale la gestione sempre più repressiva e insensibile ai diritti umani daparte delle forze dell'ordine, un problema che va al di là del contingente, e ancora, la pratica disumana dei respingimenti, in cui si viola palesemente il diritto all'asilo, violando anche qui i diritti umani.
Il lavoro e la sicurezza del lavoro negati, e tanti altri.
E' giusto chiedere che ci sia "eguaglianza di fronte alla legge" come dice la COstituzione, ma l'eguaglianza non può significare manette per Berlusconi(peraltro ipotetiche) e continuare a negare diritti per tutti gli altri, altrimenti non si va oltre al solito giustizialismo AntiBerlusconiano che è uguale e contrario (non perfettamente uguale intendiamoci) al Berlusconismo del "dopo di me il diluvio".
Dopo Berlusconi non ci sarà il diluvio e nemmeno l'ascesa al paradiso terrestre ma rimarranno gli stessi problemi di prima.
Pensiamoci

1 commento:

upupa ha detto...

Condivido pienamente ciò che dici...è vero anche che se Mister B. andasse via ci sarebbe chi solcherebbe le sue orme...questo perchè,nel nostro paese, si è diffuso un sistema di prevaricazione e negazione che limita e nega i diritti...Questo sistema lo possiamo verificare in ogni ambito e anche piccola realtà...Si dovrebbe smantellare questo sistema e ripristinare lo stato di diritto e per questo occorre non solo manifestare ma agire togliendo a questi politici il consenso negando loro il voto!!!!!!!!!