lunedì, luglio 23, 2007

Videologia 3: Pat Benatar - Love Is A Battlefield



Love is a Battlefield di Pat Benatar è l'esempio (raro) di un video che racconta una storia, quasi un minifilm.
La storia è quella di una ragazza fuggita, o per meglio dire, cacciata di casa, che deve adattarsi a vivere nella jungla della metropoli.
Le prime immagini ci mostrano la protagonista su un pullman e poi che si aggira in ambienti metropolitani notturni e inquietanti.
Un flashback ci spiega cosa l'ha condotta in quella città e in quegli ambienti.
Vediamo una classica casa americana in un classico sobborgo middle class. Ma l'atmosfera di tranquillità viene subito interrotta da una scena drammatica: un uomo intima ad una giovane donna, presumibilmente la figlia, di andarsene via, di lasciare la casa. I motivi non vengono chiariti. In ogni caso la giovane prende un pullman e va nella città. Qui si trova dispersa, senza alcun punto di riferimento. E' quasi scontato che finisca in ambienti sordidi, a fare l'intrattenitrice in qualche locale non proprio di classe. Però, nonostante tutto, non ha perso la propria dignità. Ed è grazie a questa che si ribellerà al gestore/pappone del locale, trascinando nella rivolta le sue colleghe. Il balletto è forse un po' troppo alla Michael Jackson, ma resta una delle cose degli anni 80 che ti rimangono in testa e che si ricorda con più piacere. Un video molto bello accompagnato da una canzone altrettanto importante. Preferisco la Pat Benatar più rock, a questa decisamente più pop, ma comunque la sua interpretazione vocale, che riesce a trasmettere disperazione e forza di volontà allo stesso tempo, è notevole.
Come diceva un pazzo di critico Yankee, "Joe Bob Brigg says: Check it out!"

Nessun commento: