sabato, luglio 14, 2007

Venezuela e Italia, qual'è la dittatura?

Qualche settimana fa, nel periodo in cui non ero online, vi sarà capitato di leggere di come il governo di quel cattivone populista di Chavez abbia attaccato la libertà di informazione chiudendo una televisione "Libera" ed espropriandola a favore di una emittente di "regime".
Ovviamente è solo online che si trova un altro punto di vista sulla vicenda, oserei dire, per usare il linguaggio dei "nostri" giornalai, un punto di vista non di regime.
Come succede con l'articolo di Tito Pulsinelli, in cui si spiega che l'emittente "chiusa" in realtà è stata mandata sul satellite (quindi no è stata chiusa) perchè così prescriveva la legge.
Insomma in Venezuela hanno fatto quello che in Italia non osiamo fare con Rete4.
Semplicemente in quel paese la legge è uguale per tutti.
Scandaloso vero?
E a proposito di rete4 e di libertà di parola in Italia:ecco qui una notizia censurata che parla di censura.
Se siete pigri ve la riassumo: il blog di Piero Ricca è stato chiuso, ovvero qualche solerte magistrato ha deciso che non potrà essere più aggiornato (insomma gli hanno tappato la bocca) perché il Signor Emilio Fede ha così richiesto: La ragione dell'emilio nazionale? Il Ricca ha osato contestargli il fatto che Rete 4 continua a trasmettere illegalmente a scapito del network Europa7 legittimo possessore delle frequenze di (o meglio su cui trasmette) Rete4.
Per l'esattezza si tratta di una sentenza preventiva, Esatto proprio come la guerra di Bush.
Insomma, in venezuela applicano la legge, e quindi è dittatura, in Iatlia si tappa la bocca a quei pochi (perchè sono veramente pochi) che vogliono che la legge sia applicata.
Perciò siamo un paese libero e democratico.
Quasi aggiungerei un grande paese libero e democratico.
O no?.

Nessun commento: